Dall’io al noi, l’mls in Italia è il ritorno dell’umanesimo

Il lavoro dell’agente immobiliare non è già più quello che molti di quelli che attualmente lo esercitano hanno conosciuto al momento del loro ingresso.

La tecnologia che avanza e la settorializzazione sempre più spiccata delle professionalità, in contrasto con la visione a cassetti separati della cultura e della società sono un dato di fatto a cui la generazione attuale di operatori del settore della mediazione immobiliare non riesce a dare la giusta importanza.

È una situazione in cui, in ogni epoca di grande cambiamento della storia, chi ci finisce in mezzo difficilmente riesce a districarsi.

Quando il presente inizia a avere il profumo di un futuro sempre più prossimo, per paura, spiazzati, può essere naturale ancorarsi a un passato che vorremmo non fosse solo memoria ma attualità.

Proptech, blockchain, digitalizzazione delle agenzie immobiliari, start up a costo zero o quasi per il venditore (e a volte addirittura “regalando” l’artificio matematico di una percentuale della provvigione dell’acquirente elargita al proprietario), strumenti di asking per valutazioni sempre più performanti, portali immobiliari sede di informazioni e riconosciuti come autorevoli dagli stessi utenti (provate a vedere le recensioni delle app dei più importanti portali, in cui i clienti comunicano come vorrebbero fare realmente con un agente e certo non comprendendo realmente chi è il destinatario delle stesse ) sono oramai un fatto consolidato e assodato.

Di fronte a questa situazione si può reagire in tanti modi, tra cui i più comuni sono:

  • Una immotivata fiducia nello status quo, che non ci destabilizza ma non analizza nulla.
  • La ricerca di una via di fuga (quelli del “si salvi chi può “) che si tramuta nel cercare di cambiare lavoro o affiancare a esso altre attività “paracadute”.
  • La ricerca di posizione di potere e di dominanza all’interno della categoria, spesso accompagnata da scarsa considerazione della stessa, al fine di ottenere benefici non connessi direttamente con l’operatività dell’agente immobiliare

E tanti altri se ne potrebbero portare all’attenzione, uniti dal comune denominatore della mancanza di visione e dell’interesse di insieme.

Vi è poi una strada, tortuosa e ricca di insidie, che è quella che fa passare dall’io al noi, e che in questo passaggio vede la sopravvivenza della categoria tracciando strade che si basino sull’unica cosa che può, in un mondo di servizi come il nostro, fare davvero la differenza, ovvero la proiezione sui clienti di tutte le attività, volte a offrire un servizio unico, efficiente e irripetibile.

E in un mondo sempre più spersonalizzato, sempre più social e meno sociale, sempre più chiassoso e anestetizzante, per chi cerca o vuole vendere casa, esiste una risposta irripetibile che possiamo dare e che è ancora nelle nostre mani: l’mls.

Che oggi è la rivincita delle relazioni e dell’umanità contro la spersonalizzazione e i recinti. È far passare attraverso le relazioni interconnesse di migliaia di operatori le risposte alle esigenze di migliaia di utenti.

È il trionfo dell’ascolto attivo e dell’efficienza irripetibile che può dare un sistema ove confluiscono le professionalità, le esperienze, i caratteri e le peculiarità di diversi (a volte diversissimi) agenti immobiliari che si uniscono al più vasto portafoglio immobiliare e alla più grande banca dati (o di contatti umani con potenziali acquirenti e locatari) possibile.

È l’esaltazione del rapporto fiduciario basato sull’onesta’ (non ti propongo le case che ho, ma quelle che credo siano migliori per te, non acquisirò l’immobile a ogni costo e così via) .

È il tripudio del contatto reale e personale finalizzato a un obiettivo comune e condivisibile.

L’mls e la collaborazione, quella reale, non occasionale, quella che in nome dell’efficienza tutela i clienti e prequalifica gli immobili, quella che si autoregolamenta e limita per gli stessi motivi, è una via privilegiata d’accesso alle nuove tecnologie e al futuro, l’unica via percorribile affinché si possa guardare con ottimismo al futuro della categoria.

La confederazione microreti Mls è la casa per tutti coloro che vorranno confrontarsi su questi temi e dare il loro apporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.